Vai alla Home...



CHE SODDISFAZIONE!


Busca (CN) – La settimana che ha preceduto questa corsa è stata incredibilmente movimentata. Causa problemi di logistica il mio team (V2Racing) e TM si sono separati. Senza rogne, senza “casini”, era semplicemente una situazione che al momento era difficile da gestire, organizzare e portare avanti. Amleto Porro mi telefona mercoledì mattina per comunicarmi l’accaduto. Resto immobile al telefono, non ci potevo credere! E cosa facciamo adesso? Mancano due giorni alla gara e noi siamo senza niente, pazzesco! Amleto mi propone l’unica strada percorribile in quattro e quattr’otto: l’Aprilia bicilindrica che lui commercializza nel suo negozio per i clienti! Affare fatto, in tempo zero Amleto e Roby (il mio meccanico) allestiscono una moto per questa seconda prova degli internazionali d’Italia. Un vero salto nel buio, ancora una volta devo rimettermi in gioco partendo da zero e per di più con una moto molto particolare, la MXV bicilindrica che è così tanto diversa dai tradizionali mono che ho sempre guidato fino ad ora. Ma la voglia di correre è tanta e venerdì mattina mi dirigo verso Busca con un unico obbiettivo: dare il 200% di me stesso, vada come vada io sarò soddisfatto solo se saprò dare il massimo del mio impegno.
Venerdì pomeriggio riusciamo a finire di montarla per fare un paio di turni sul solo asfalto e dopo pochi giri di pista mi dico: “Paolino, questo sarà un lunghissimo weekend!”. La moto è totalmente diversa da quelle che ho portato in passato e abituarsi al bicilindrico in men che non si dica è impresa difficilissima, per non parlare di trovare una quadra con il setting! Manteniamo tutti quanti la calma e proviamo a poco a poco senza stravolgere nulla, alla ricerca più che della prestazione, della sicurezza, del feeling con la moto. I tempi non interessano, la priorità è trovare una soluzione motore-ciclistica che mi faccia sentire più a mio agio possibile.
I minuti volano e in un attimo siamo già a sabato! Le libere sono ancora senza sterrato mentre le qualifiche si disputeranno con il tratto offroad aperto. Il cielo è coperto e promette pioggia, così entriamo in pista cercando di tirare subito perché iniziano a scendere le prime goccioline; io tiro come un dannato ma in tre giri inizia a piovere. Impossibile capire e sfruttare una moto totalmente nuova in soli 5 minuti nello sterrato, asfalto sporco, ecc: sono solo 18esimo.
Domenica mattina giro per tutti i venti minuti del warm up come se fosse una manche per cercare di conoscere un po’ di più la MXV che in totale avrò usato neanche un’ora!!
Parte gara 1 e il via non è fortunato, rimango intruppato transitando fuori dai primi 25 nel primo giro. Accidenti, testa bassa e inizio una gran rimonta che mi porterà fino alla decima posizione. Trovo buone traiettorie, il feeling aumenta anche se il controllo totale del mezzo è ancora lontano; potrei andare più forte ma il limite non lo conosco e preferisco evitare di imbattermi in brutti capitomboli! Il risultato è una sorpresa tanto gradita e siamo (io, il team e il babbo al settimo cielo).
In gara 2 le cose si complicano prima del via: inizia a piovere e questo mi spaventa parecchio. Portare al limite una motocicletta nuova è davvero complesso, non parliamone sulla pioggia dove non conosci la minima reazione! Parto cauto, forse troppo e mi ritrovo nuovamente in fondo al gruppo. Tiro fuori gli artigli e mi impegno come un dannato per regalarmi una bella soddisfazione: quella di dimostrarmi di essere un pilota competitivo.
A volte attraversi periodi talmente negativi che poi non capisci più se il problema sei tu, la moto o cosa. Ma per fortuna mi ritrovo e inizio una serie incredibile di sorpassi (mai fatti così tanti in una sola manche di motard!) che mi permettono di giungere nono! I tempi sul giro sono come quelli dei primi là davanti e con una partenza migliore ci sarebbe stato davvero da divertirsi. Ma i se e i ma non valgono, non ho niente da recriminarmi. Sono felicissimo della mia gara, non avrei mai creduto di poter andar così forte con una moto mai provata prima e dopo tutti i casini passati in questa rocambolesca settimana. Torno a gara orgoglioso di me stesso, la considero una mezza vittoria che personalmente vale tantissimo. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato duramente con me questo fine settimana ma ne è valsa la pena, ci siam levati una gran bella soddisfazione!




Paolo Gaspardone


GARA 1: 1- Lazzarini; 2- Chareyre T.; 3- Gozzini.; 4- Hiemer; 5- Ravaglia….10- Gaspardone

GARA2: 1- Chareyre A.; 2- Seel.; 3- Lazzaini; 4- Van Den Bosch; 5- Balducci……9- Gaspardone



CLASSIFICA INTERNAZIONALI D’ITALIA

1- Lazzarini 83pt
2- Chareyre 72pt
3- Van Den Bosch 68pt
4- Hiemer 61pt
Gozzini

16- Gaspardone 28pt

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO

1- Lazzarini 100pt
2- Gozzini 79pt
3- Ravaglia 71pt
4- Balducci 57pt
5- Borella

12- Gaspardone 41pt






Copyright 2010 PaoloGaspardone.it - Tutti i diritti riservati