Vai alla Home...



CHE SFIGA!!!


Ottobiano (PV) – Finalmente! Il tanto atteso Gran Premio di casa è arrivato e tutti gli italiani daranno il 110%, io compreso naturalmente. Il pubblico non è affatto male (circa 4500 persone nei due giorni) e i miei amici sono accorsi in massa per fare un gran tifo. Gli attimi che hanno preceduto entrambe le partenze sono stati emozionanti con i miei tifosi e quelli di Gozzini e Occhini che facevano un gran casino su per la capiente tribuna della pista South Milano. Bello veramente. La gara purtroppo non è andata secondo i piani. Al sabato ho avuto qualche problema che non mi ha permesso di andare oltre alla nona posizione, anche se devo dire che i distacchi erano veramente minimi…i primi dieci raggruppati solamente in nove decimi! Nel warm up accade quello che non doveva accadere: sono velocissimo e contendo il miglior tempo a Chareyre quando il motore della mia CRF inizia a far le bizze. Problemi tecnici mi impediranno di poter utilizzare la moto1. Purtroppo, la seconda moto è un vero e proprio muletto e le differenze di motore sono abissali. Quando parte gara 1, scatto veramente male e mi ritrovo in 14° posizione dietro al solito Delepine (ormai abbiamo fatto l’abbonamento) che mi trascina in una bella rimonta fino all’8° posizione finale che vale il terzo posto di classe; ecco, proprio all’ultimo giro, per conquistare il podio, mi sono scontrato con il mio amico Occhini che purtroppo ha avuto la peggio finendo per terra. Mi dispiace, perché Andrea stava facendo una bella gara ma purtroppo nelle gare certe cose possono succedere. Così mi ritrovo a rilasciare le consuete interviste ai piedi del podio per la quinta manche consecutiva (le due di Pleven sommate alle due della Grecia) e posso dire che si sta proprio bene: già, finire fra i primi tre è sempre gratificante e ti ripaga dei sacrifici e delle fatiche che affronti per arrivare fino a li. Dopo un paio d’ore è il momento della seconda manche, partenza cauta cercando di mantenere la posizione e non fare errori iniziali, specialmente nell’insidiosissimo tratto sterrato. A metà gara mi trovo al quinto posto della S2 e mio padre mi segnala dai box “Calma, sei terzo assoluto, siamo sul podio”. Qui inizio a riflettere, sento di avere qualcosa in più per attaccare chi mi precede ma la voglia di salire su quei tre gradini è troppo grande e la ragione prende il sopravvento: inizio ad amministrare la situazione per non fare sciocchezze. I giri passano ma qualcosa è destinato ad andare storto, infatti a quattro tornate dalla conclusione si strappa la catena in un salto. Incredibile, le parole svaniscono lasciando spazio ad un grande sconforto. Ci tenevo tantissimo, specialmente nel GP di casa ma per la terza volta in tre weekend (Bulgaria, Grecia e qui) qualcosa mi impedisce di classificarmi nei primi tre posti del mondiale. Una vera disdetta ma che non mi butta giù, io non mollo mai e la prossima volta ci ritenterò sicuramente. Il Gran Premio è stato vinto dal campionissimo Adrien Chareyre che ormai è ad un passo dal suo terzo titolo mondiale consecutivo. Gozzini per un motivo o per l’altro non riesce mai a battere il francese mentre Delepine conquista il secondo posto assoluto precedendo la new entry, il campione americano Mark Burkhart che con due quinti posti di manche fa suo il terzo gradino del podio. C’è chi nasce con la camicia e chi no!!!



Paolo Gaspardone




GARA 1: 1- Chareyre; 2- Delepine; 3- Gaspardone; 4- Borella; 5- Burkhart

GARA 2: 1- Gozzini; 2- Chareyre; 3- Delepine; 4- Occhini; 5- Burkhart


CLASSIFICA CAMPIONATO MONDIALE S2

1- Chareyre 262pt
2- Delepine 216pt
3- Gozzini 213pt
4- Gaspardone 173pt
5- Borella 161pt






Copyright 2008 PaoloGaspardone.it - Tutti i diritti riservati