Vai alla Home...


--> Torna alle News <--

Sardegna Rovente

Olbia – Gran caldo e tracciato inedito per il quarto appuntamento mondiale in terra sarda. Fatto curioso: pista senza asfalto! La gara si svolgeva nell’area portuale in un piazzale adibito per l’occasione e costituito da piastrelle di cemento; molta curiosità animava tutti i piloti prima di scendere in pista perché nessuno poteva sapere cosa aspettarsi. Dopo i primi due turni, la pista ha iniziato a gommarsi e il grip alla fine non era male anche se occorreva staccare in modo diverso e non forzare esageratamente sull’anteriore: da fidarsi insomma. Mi sono trovato abbastanza a mio agio su questo fondo e nella parte cementata ero decisamente veloce, mentre quest’oggi pagavo qualcosa sullo sterrato dove l’inerzia del motore della mia Husby 650 si faceva sentire notevolmente. Nonostante i problemi tecnici che ho avuto nelle due sessioni di prove libere, nelle qualifiche sono riuscito ad ottenere la seconda fila con il settimo tempo a mezzo secondo dalla prima linea. Tutto pronto per la prima manche: 40 gradi circa ci aspettano e la gara parte in salita. Brutta partenza, buona rimonta ma poi Giovanelli mi stende nello sterrato. Riparto tredicesimo ma rimonto molto bene riuscendo ad effettuare numerosi sorpassi e a piazzarmi settimo. In gara due parto molto motivato, sono in lotta con i piloti di vertice ma questa volta l’errore è mio: arrivo lungo in una sponda e cado perdendo posizioni importanti. A fine gara sarò decimo. Nell’assoluta del GP sono ottavo e in classifica guadagno punti preziosi. Ora mi trovo nella top ten, peccato per i due zeri causati dalle rotture meccaniche. Ora tutti al mare, un mese di stop e poi parte il rush finale!
A presto!!

Paolo Gaspardone



--> Torna alla Home <--




Copyright 2008 PaoloGaspardone.it - Tutti i diritti riservati